Liberalismo e democrazia nella società post-industriale

di Paolo Bonetti

Mi pare insufficiente parlare di liberalismo e democrazia nel mondo contemporaneo, come qui fa Corrado Ocone, se non si fa anche un’analisi delle trasformazioni economiche e sociali delle nostre società. Nessun determinismo economico s’intende, ma se non si tiene conto che il popolo (un tempo si diceva le masse) è culturalmente diverso da quello dei […]

Colletti, il filosofo che ebbe 3 vite

di Giancristiano Desiderio

Lucio Colletti ebbe almeno tre vite filosofiche. Colletti 1 La giovinezza, quando fu allievo di Pio Albertelli, antifascista e liberale sulle orme di Croce. Colletti 2 La seconda vita, quando entrò nel Pci, fu allievo di Galvano Della Volpe, divenne interprete del marxismo e critico della democrazia borghese. La maturità, quando nel 1974 con l’Intervista […]

Sos Afghanistan

di Maddalena Pezzotti

Dopo oltre quindici anni, non è azzardato pensare che la coalizione Nato in Afghanistan e nel nord-ovest del Pakistan non abbia una strategia decisiva. Il governo di unità nazionale, frutto di un patto di condivisione del potere, mediato da John Kerry nel 2014, fra i due contendenti che si accusavano di brogli elettorali – Ashraf […]

Meno Stato più governo. Ecco la ricetta per l’Italia e l’Europa

di Dino Cofrancesco

In Tre storie, una storia. Italia, Europa, Mondo (Ed. Mauro Pagliai, pagg. 160, euro 12, con una prefazione di Danilo Breschi), Zeffiro Ciuffoletti ci offre una meditata diagnosi dei nostri mali, sullo sfondo di una crisi che investe non solo l’Italia ma anche il Vecchio Continente e gli Stati Uniti. Il mondo multipolare, avverte lo storico […]

La politica? Una nobile arte che non può essere improvvisata

di Francesca Marino

Lo spettacolo indecoroso di questa campagna elettorale viene stigmatizzato da tutti i versanti: promesse irrealizzabili, politici che passano da un partito all’altro con molta facilità, irresponsabilità diffusa. Oltre tutto ognuno cerca il proprio interesse personale e i partiti sono dominati dalle caste dei fedelissimi che si raccolgono attorno ai leader (ad esempio il cosiddetto “giglio […]

L’accesso alla politica? Un problema per la democrazia…

di Jacopo D'Andreamatteo

Dopo aver superato indenni la bulimia mediatica dovuta alle cronache e alle consecutive polemiche riguardanti la composizione delle liste possiamo finalmente voltare pagina. D’altra parte noi semplici elettori ce li ritroveremo da candidati a parlamentari avendo barrato il nome del candidato al collegio uninominale; ci fidiamo ciecamente del partito (per chi ne ha ancora uno […]

I collegi blindati? Figli dell’individualismo statalista…

di Giancristiano Desiderio

“Collegio blindato” è l’ultimo ossimoro della politica italiana. Esprime l’assurdo concetto di un collegio elettorale trasformato in una caserma, un fortino. I candidati (si fa per dire) dei collegi blindati sono già in Parlamento. Agli elettori non si chiede di scegliere ma di ratificare una scelta che è stata sottratta alla lotta politica. È un […]

Elezioni, 2 dati che ci riportano al 1994

di Simone Santucci

Bastano due dati molto semplici per comprendere come questa campagna elettorale sia probabilmente solo il preludio ad una nuova, ennesima, fase di transizione, proprio sulla falsariga di quanto accaduto nel 1994. 1) Le leggi? Quasi tutte per decreto Dei leader degli schieramenti, infatti, solo Piero Grasso e Luigi Di Maio siedono in Parlamento e sono entrambi alla loro prima […]

Nicola Chiaromonte, il socialista libertario

di Corrado Ocone

Fra gli intellettuali pubblici che hanno attraversato il Novecento, Nicola Chiaromonte (1905-1972) è sicuramente uno dei meno classificabili. Non perché all’interno del suo pensiero siano riscontrabili grosse fratture o cambiamenti, ma perché esso non ha mai coinciso con quello dei movimenti o dei partiti a cui egli è stato vicino e nemmeno con quello delle […]

L’Iran fra giochi di palazzo e cambio generazionale

di Maddalena Pezzotti

Attraverso la cortina di fumo sulle dimostrazioni pubbliche delle ultime settimane, proviamo a guardare all’Iran come al laboratorio politico che è sempre stato, con la sua fitta rete di movimenti sociali che hanno lottato senza sosta per modernizzare la nazione e dato vita alla prima rivoluzione costituzionale del medio oriente nel 1906, e dagli anni […]